Home
Premio nazionale di poesia e narrativa "ALBEROANDRONICO" PDF Stampa
COMUNICAZIONE AI PARTECIPANTI ALLA PRIMA EDIZIONE
RISULTA CHE ALCUNI PARTECIPANTI NON HANNO RICEVUTO LA COMUNICAZIONE SULLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE A SUO TEMPO INVIATA CHE CONTENEVA ANCHE LE INDICAZIONI PER L'INSERIMENTO DELLE OPERE NELL'ANTOLOGIA. CI SCUSIAMO PER QUESTO INCONVENIENTE, PERALTRO NON ATTRIBUIBILE ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE. PREGHIAMO GLI AUTORI INTERESSATI DI CONTATTARE IMMEDIATAMENTE ALBEROANDRONICO SCRIVENDO A Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  
L'ANTOLOGIA USCIRA' NEI PROSSIMI MESI E SARA' PRESENTATA IN UNA IMPORTANTE SEDE ISTITUZIONALE.
LA SCADENZA PER L'INVIO DELLE OPERE E' FISSATA AL 30 SETTEMBRE 2008
(POESIE, RACCONTI, LIBRI, TESTI PER UNA CANZONE)...
TUTTI POSSONO PARTECIPARE...
IL BANDO E' SCARICABILE QUI SOTTO!!!
Image
UN GRANDE SUCCESSO!!
La Sala Protomoteca del Campidoglio gremita di folla per la Cerimonia di Premiazione della prima edizione del Premio di Poesia e Narrativa Alberoandronico che si è svolta lo scorso 8 febbraio.
Poeti e Scrittori giunti a Roma da tutte le regioni italiane.

Guarda il video (agenzia ADNkronos)

UNA GIURIA DI ALTISSIMO PROFILO PER LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO

FABIO ANGELICCHIO [GIORNALISTA DI LA SETTE]
LILIANA ASTROLOGO
[ESPERTA IN MARKETING E COMUNICAZIONE]
MARCO CARDINALE
[SCRITTORE E SAGGISTA]
NICCOLO' CAROSI
[CRITICO LETTERARIO]
ANGELA DAMIANI
[REDATTRICE ENCICLOPEDIA TRECCANI]
DANIELA DANESI
[ATTRICE]
BARBARA DE LUCA
[DOCENTE UPTER]
FRANCESCO DE GIROLAMO
[POETA-SEGRETARIO SINDACATO SCRITTORI LAZIO]
ALDO FALIVENA
[GIORNALISTA]
MARCO FRANZELLI
[GIORNALISTA RAI]
ALBERTO GRAZIANI
[PRESIDENTE ISTITUTO DI PUBBLICISMO]
MARIO MAZZANTINI
[POETA]
DOMENCO NICOSIA
[GIORNALISTA RAI  GR2]
NICOLETTA ODDO
[POETESSA]
CESARE PARIS
[PUBBLICISTA]
DAVIDE PISTILLO
[ART DIRECTOR]
VERA RISI
[GIORNALISTA-DIRETTRICE DI BAZARWEB]
PINO SCACCIA
[GIORNALISTA RAI]
LIVIA SERLUPI CRESCENZI
[PUBBLICISTA - ADDETTO STAMPA]
ELISABETTA STORNO
[INSEGNANTE]
PATRIZIA TORLONIA
[ORGANIZZATRICE EVENTI CULTURALI]
ROSANNA VANO
[DI INVITO ALLA LETTURA]
ENRICO VARRIALE
[GIORNALISTA RAI]


ALBO D’ORO -  I  VINCITORI

• Sezione A: poesia inedita

I° - Gennaro Grieco - Del nostro amore maturo
II° - Umberto Vicaretti - Scrivimi che stai bene
III° - Marco Filippi - Il capitano ha chiuso gli occhi
IV° - Mariacarmela Ribecco - I sogni di elisenia
V° - Maria Letizia Del Zompo - L’albero
VI° - Cristina De Robertis - Sentieri
VII° - Marica Rizzo - Leuca
VIII° - Franco Fiorini - Le mie radici
IX° - Tiziana Gabrielli - Le facce di roma (edita)
X° - Paola Marino - L’isola di isabel

• Sezione B: silloge inedita

I° - Roberto Ranieri - Sdrucciole per lanterne
II° - Osvaldo Valenti - Strambotti
III° - Francesco Menghini - Poesia etrusca di oggi
IV° - Alexandros Hatzikiriakos - Suite lunare
V° - Ada Incudine - Simulacri
VI° - Maurizio Di Palma - Cadenze metropolitane
VII° - Claudio Nebbia - Le storie e gli occhi color pervinca
VIII° - Ermelinda Troisi - L’alba e l’occaso
IX° - Martina Berrettini - Bambole di porcellana
X° ex aequo - Dalia Fano - La donna e il mare
X° ex aequo - Silvia Rosa - Poesie “primavera 2003/inverno 2005”

• Sezione C: narrativa inedita (racconto, saggio, favola)

I° - Daniele Gui - Buco nello spazio e nel tempo
II° - Bruno Ricci - Shoah
III° - Mariangela Biffarella - Il sogno di cicciocola
IV° - Sauro Giussani - Cuore di zitella
V° - Serena Castro - Quale colore ha il vento
VI° - Luca Laurenti - 1 euro racconta
VII° - Alberto Arecchi - Il bambino del mare
VIII° - Alessandra Siddi - Impercettibile presenza
IX° - Laerte Neri - Una calda estate al bagno capri
X° - Arrigo Filippi - Pellaccia

• Sezione D: opera in poesia o in prosa inedita sul tema; cine e città “l’occhio del cinema sulla città”

I° - Maria Antonietta Coccanari De’ Fornari - Cercando l’anima di Luca Word
II° - Giovanni Rosa - La fabbrica dei sogni
III° - Luigi Brasili e Andrea Franco -  L’ultimo spettacolo
IV° - Pietro Valle - Attraversamento
V° - Antonio Giordano - Leggendo Dante
VI° - Gaia Ortino Moreschini - Cinecitta’
VII° - Elena D’Ippolito - Citta’
VIII° - Stefano Crisafulli - New York, Berlino, Lisbona, Seaheaven
IX° - Patrizia Natalini - L’avventura di un cristiano

• Sezione E: romanzo edito

I° - Paolo Rosario Pallara - L’attenuante 666
II° - Gabriella Izzi Benedetti - Il demiurgo
III° - III° circolo didattico Don Bosco Nardo’ classe 3° b - Prova d’autore…
IV° - Enzo Abbati - Ponte milvio porta di roma
V° - Romano M. Levante - Rolando e i suoi fratelli, L’america
VI° - III° circolo didattico Don Bosco Nardo’ - Fatti d’arneo
VII° - Matteo Frasca - Placenta
VIII° - Simonetta Cancian - Vita avventurosa di Marie Curie
IX° - Giorgio Secci - La carretta
X° ex aequo - Filomena Marturano - Serenella & Co.
X° ex aequo - Virginia (Minnie) Minoprio - Benvenuti a bordo
X° ex aequo - Fabiola Petrella - Dietro lo specchio il nulla

• Sezione F - opera dialettale

I° - Francesco Palermo - Tiempu t’elezioni- C’era ‘na fiata - Lu mare - Lu curaggiu
II° - Gianfranco Garrucciu
- Nibbari - Mari - Ill’ultimu sfini’
III° - Quinto Carabini - La fine de ‘na rondine - Al tramonto - Come nacque adamo
IV° - Sante Valentino - Na me si decenne - La cumete - Le stigghje
V° - Giuseppe Cardella - “Un muzzicuni d’apa”
VI° - Lucia Fornaini - Fiori e basi
VII° - Riccardo Ascoli - La contraria verita’ - Le fate sopra l’arbero - Sopra le nuvole
VIII° - Maurizio Noris - Volo - Il giocatore di biliardo 5
IX° - Giuseppe Tirotto - A volti basta un nudda - Risa di mandarini - Lu tempu sbagliaddu
X° - Gabriella Maddalena Macidi - Odore de polenta - El me celo - Pianto

• Premio speciale: autori più giovani       

Caterina Di Benedetto
Benedetta Briuoli
Carlotta Guerranti
Sofia Guerranti
Anna Formelli
Laura Braia


• Premio speciale: autore meno giovane   

Giuseppe Di Gaetano

• Premio speciale: autore non di madrelingua italiana       

I° - Ndao Papa Amadou
- Dakar (Senegal)
II° - Saida M’Ziguir - Rabat (Marocco)
III° - Anna Maria Petrova-Ghiuselev - Lom (Bulgaria)

• Premio speciale: autore proveniente da più lontano       

Anthony John Lever - Cambrige, Massachusetts


• Premio speciale: migliori autori residenti nel municipio 19 ove ha sede l’associazione        
"Memorial ammiraglio ispettore Vito Acquafredda"      

I° - Daniele Gui
II° - Ada Incudine
III° - Michele Salemi


IV° classificati ex aequo:
Anna Maria Alfieri
Alessandro Annulli
Daniela Ariano
Pier Luca Bandinelli
Marco Belocchi
Marina Comin
Elisabetta Crescenzi
Danilo De Beneddittis
Simona D’Urbano
Vittoria Edmondo
Camillo Falivena
Cesare Maria Fiorani
Salvatore Fruscione
Romolo Infusino
Giuseppina(in arte Caterina) Intelisano
Rossana Pianigiani
Rossana Poggi
Maria pia Posi
Eugenio Scorza


• Le opere degli Autori selezionati saranno inserite nell’Antologia del Premio che sarà presentata al mondo della cultura e della comunicazione in una importante sede istituzionale.

• Risulta che alcuni Autori non abbiamo ricevuto la lettera di invito alla Cerimonia di premiazione, spedita il 15 gennaio scorso. Scusandoci per l’inconveniente, peraltro non addebitabile alla nostra Associazione, invitiamo gli Autori che non avessero ricevuto la missiva, a segnalare la cosa all’indirizzo Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


SECONDA EDIZIONE PREMIO ALBEROANDRONICO

Due nuove sezioni sono previste nel bando della seconda edizione. Tutti possono partecipare con poesie e racconti a tema libero.
Due sole sezioni a tema imposto:  “Cine e Città” e “”Sport”
Una sezione inedita è dedicata alla scrittura di una canzone.
Le opere devono essere inviate entro il 30 settembre 2008 alla segreteria del Premio Alberoandronico, via Teresa Gnoli, 25 - 00135 Roma. 

Image 

COMUNICATO STAMPA

Presentazione della prima edizione del premio letterario Alberoandronico
con il patrocinio del Comune di Roma, della Regione Lazio e di Cinecittà Holding,
in collaborazione con Terresommerse editrice

La cerimonia della premiazione avverrà il giorno 8 febbraio 2008 alle ore 16.00 alla presenza dell’Assessore alle politiche del patrimonio, politiche abitative e progetti speciali del Comune di Roma, Claudio Minelli; del Consigliere Comunale Eugenio Patanè, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale e del Presidente di Cinecittà Holding, Alessandro Battisti

CAMPIDOGLIO SALA PROTOMOTECA

Roma, 6 feb ‘08 - Premio di poesia e narrativa Alberoandronico 2007: 600 concorrenti che sono lo specchio dell’Italia che scrive. Da una piccola Associazione culturale, sociale e sportiva nata a Roma “sotto il segno di un Albero”, un successo internazionale.

“Le opere provengono da tutte le Regioni d’Italia, da quasi tutte le Province e da Inghilterra, Austria, Germania, Grecia, Svizzera, Romania, e Stati Uniti.  Da una idea quasi di territorio il Premio ha assunto carattere internazionale ed intergenerazionale essendo state coperte tutte le fasce di eta’ dagli 8 ai 92 anni”, dichiara il Presidente dell’Associazione Pino Acquafredda”.

Importanti sorprese dal lavoro di una Giuria altamente qualificata: libri autoprodotti da una scuola elementare  al vertice della classifica accanto ad Autori di rilievo, racconti su temi di attualità che potrebbero diventare sceneggiature da film, la nostra lingua che si impone come mezzo di espressione artistica anche di poeti di madrelingua non italiana.

E’ così rappresentata un’Italia che non sembra riflettersi nell’indagine del Censis effettuata nel 2000, secondo cui il 34,6% della popolazione italiana è affetta da analfabetismo funzionale che rende altamente problematico e in molti casi impossibile l’inserimento pieno dei cittadini nella vita sociale e nei dati Istat del 2006, in base ai quali il 21% dei giovani tra i 18 e i 24 anni di età è in possesso della sola licenza media contro il 15% della media europea a 25.
Le competenze linguistiche, secondo questi studi, sono dunque possedute solo da una parte della popolazione che può avere pieno accesso ai circuiti culturali, formativi, lavorativi e sociali.

“E’ la lingua che fa uguali”, sosteneva Don Milani. E’ il pieno possesso della lingua, infatti, il mezzo da lui individuato per colmare le disuguaglianze ed è nelle difficoltà linguistiche che risiede il principale ostacolo al raggiungimento del diritto costituzionale all’uguaglianza dei cittadini.

La ricchezza e la varietà del repertorio linguistico  dell’Italia  mette a disposizione dei singoli e delle comunità una grande quantità di strumenti, risorse semiotiche e linguistiche. Il premio letterario, dunque, ha anche la funzione di dare lustro e nuovo spazio a questa nostra lingua e alle sue possibilità di utilizzazione. L’esempio della scuola di Nardò in provincia di Lecce ne è una prova lampante. Le loro opere vagliate dalla Giuria sono la realizzazione di un progetto portato avanti da piccoli allievi della scuola elementare guidati da validi insegnanti  i quali non nascondono che i “piccoli Autori ancora incerti restavano sorpresi di se stessi e delle loro capacità di esprimersi davanti ai compagni, di inventare, di parlare e di scrivere correttamente”. I  loro due libri sono ai primi posti della  classifica non lasciando spazio a dubbi sulla trasparenza minata a volte, in altre sedi, da “influssi esterni”.
I giurati, non in contatto fra loro durante il lavoro di valutazione delle opere, hanno redatto, per ogni Autore, una scheda di valutazione articolata su tre principali parametri: correttezza del linguaggio, originalità ed un voto complessivo giustificato da un commento. 
“La lingua permette all’uomo di orientarsi in un mondo di sconosciuti, in un mondo di relazioni che, altrimenti, sarebbe insopportabilmente opaco”, dice ancora il Presidente dell’Associazione e conclude “La seconda edizione del Premio sarà  ancor di più palestra di nuovi talenti”.
Nell’ottica di salvaguardare e promuovere il nostro patrimonio di conoscenze anche attraverso la lingua italiana, per creare una nuova “molteplicità interrelata” dove diventa valore la comunicazione tra popoli e culture per la crescita inclusiva, il Premio letterario si fa promotore delle direttive della Sezione 5 art. III-282 del Trattato di Costituzione per l’Europa e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.

 

Ufficio Stampa                                      Associazione Alberoandronico
Livia Serlupi Crescenzi 3497386423            www.alberoandronico.net   
Antonella Tancredi 3284717945                  Via Teresa Gnoli, 25 – Roma 334741143

 

RASSEGNA STAMPA       

 

Roma La Repubblica.it

Le ultime notizie
CAMPIDOGLIO, PRESENTATA I EDIZIONE PREMIO "ALBEROANDRONICO".
Un premio letterario che nasce con vocazione di quartiere, nel XIX Municipio di Roma, che gi_ nella sua prima edizione si presenta come un concorso pi_ internazionale che capitolino. Il premio di poesia e narrativa "Alberoandronico" _ stato presentato oggi in Campidoglio. A illustrarlo _ il presidente dell'associazione Pino Acquafredda. Sei le sezioni in gara, dalla poesia alla narrativa fino alle opere in dialetto, per una fascia d'et_ compresa dagli 8 ai 92 anni. Il premio "Alberoandronico" _ patrocinato dal Comune di Roma, dalla Regione Lazio e da Cinecitt_ Holding. (omniroma.it)
(06 febbraio 2008 ore 15:43).

 


 

  

 

 

 

INTERVISTA AL PRESIDENTE PINO ACQUAFREDDA

Successo inaspettato per la prima edizione del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Alberoandronico.
Premio ideato ed organizzato dall’Associazione Cuturale, Sociale e Sportiva Alberoandronico, nata con l’obiettivo di promuovere e tutelare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita culturale e sociale del territorio.
Il Presidente Pino Acquafredda ci parla del successo dell’iniziativa.
Presidente Acquafredda vi aspettavate più di 600 adesioni per questo Premio?
Ci aspettavamo un buon successo, ma non di questo proporzioni fin dalla prima edizione. Una così ampia partecipazione premia il non semplice lavoro organizzativo di un evento culturale che si vuole connotare sia in termini di qualità delle opere partecipanti che di possibilità per le tante persone che si dilettano nello scrivere poesie o racconti, di non tenere nel cassetto le proprie opere, ma di farle leggere e conoscere concorrendo ad un Premio. Siamo sicuri che questa iniziativa si affermerà nel tempo come di particolare rilevanza sia sul piano nazionale che internazionale vista la significativa presenza di concorrenti provenienti dall’estero. Mi preme anche sottolineare che abbiamo ricevuto opere da tutte le Regioni italiane e che i partecipanti coprono tutte le classi di età dagli 8 ai 92 anni. La competenza linguistica è la base per la partecipazione dei cittadini alla vita sociale e politica della comunità di appartenenza. E’ per questo che vogliamo essere, in qualche modo, sostegno ad attività che possano rendere più attraente l’apprendimento degli strumenti linguistici per l’esercizio della cittadinanza attiva e per promuovere la nostra cultura nel contesto multilinguistico europeo e mondiale nell’ottica della cooperazione, dello scambio e del dialogo tra culture.
Esiste già il regolamento per una seconda edizione?
Si, è possibile trovarlo sul sito internet www.alberoandronico.net. E per avere maggiori informazioni è possibile telefonare al numero 334 7411438 o inviare una mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo . La prossima edizione prevede due sezioni in più ed ha tra i tanti obiettivi quello di promuovere la partecipazione delle scuole.
Con quale spirito nasce l’Associazione?
L’obiettivo che ci siamo prefissati è promuovere e tutelare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita culturale e sociale del territorio.
A cosa intendete dar vita?
Ad attività di formazione artistica, di spettacolo, sportive, ambientali, ricreative, di studio e di ricerca, atte a soddisfare le esigenze di conoscenza, formazione e ricreazione dei soci.
Da dove prende spunto il nome “Alberoandronico”?
Ci siamo ispirati alla storia di un meraviglioso pioppo che vive in via Andronico, nel quartiere della Balduina, e che rischiò di essere abbattuto ma che oggi, anche grazie alla campagna di sensibilizzazione di noi cittadini, è ancora lì, fiero testimone di civiltà, cultura e progresso.
Cosa simboleggia l’Albero?
Vuole essere foriero di una bella fioritura culturale, attraverso il perseguimento di quegli intendimenti colmi di autentico interesse per la qualità della vita della collettività, che si misura innanzitutto con il grado di coinvolgimento del cittadino sul territorio.
Da chi è composta l’Associazione?
Da persone che condividono i valori della pace, della solidarietà e del senso civico.


LETTERE RICEVUTE

• [Lettera_1]
Rappresento una piccola associazione culturale "Centro Didattico Itinerario Culturale nell'Arte" costituita nell'ottobre del 2006 con sede a Nardò (Lecce). Ho saputo della Vostra Associazione in occasione della premiazione del concorso di poesia e narrativa avvenuta in Campidoglio l'8 febbraio u.s. L'emozione è stata veramente tanta. Ero lì in qualità di genitore della scolaresca del Terzo Circolo Didattico di Nardò, premiati al 3° e 6° posto della sezione E. Complimenti per l'organizzazione e la professionalità dimostrata e le attività che programmate, BRAVI. Gli scopo sociali delle nostre associazioni sono simili, per questo voglio mantenere i contatti con Voi, per fare della nostra piccola associazione un centro d'interesse con diversi collegamenti perchè sono convinto che le cose nascono piccole e crescono come la vita di ognuno di noi.
Ora mentre vi comunico l'esistenza del nosto sito internet, www.centrodidatticoneritino.it Vi chiedo il permesso di creare un linK sul nostro sito della Vostra Associazione e viceversa, di includere la nostra associazione tra i siti amici sul Vostro sito, forse alla fine corriamo insieme sullo stesso senso di marcia, dobbiamo solo accorciare le distanze.
A risentirci Mimino Tondo

• [Lettera_2]
Egregio Presidente,
queste due righe per ringraziare Lei e l'associazione per l'opportunità offerta a noi autori. La serata di premiazione si è svolta nel migliore dei modi. Personalmente vorrei scusarmi per la fretta con cui ho ritirato il premio senza nemmeno rivolgere un saluto ed una stetta di mano alla giuria (avvocato e giornalista - sez.E) ed a lei. Spero ciò non sia stato inteso come una mancanza di rispetto o di cordialità poichè si è trattato di un attimo di genuina, autentica ed incontenibile emozione. La targa ricevuta è per me un riconoscimento ed un incoraggiamento.       
Cordiali saluti Fabiola Petrella.

• [Lettera_3]
Gentili Signori,
stavo aspettando la manifestazione alla Sala Protomoteca del Campidoglio,  come si aspetta un bell'evento,  ero fiera di aver partecipato al concorso, di essere stata selezionata,  e di essere presente in una sala così prestigiosa. Forse tutto questo era troppo bello  per essere vero,  sono venuta accompagnata da mio marito, ho ritirato il diploma di merito, sono stata accompagnata da una deliziosa ragazza che ci ha fatti accomodare,  mi sono guardata intorno era tutto perfetto come la pergamena che stringevo fra le mani.  Mio marito appena uscito dall'influenza, aveva avuto problemi salendo le scale, ha cominciato a sudare, aveva la nausea, per non disturbare siamo usciti, era pallido  abbiamo aspettato  fuori,  mi ha detto di rientrare ma non me la sono sentita di lasciarlo solo, così  siamo tornati verso la macchina che era parcheggiata in Via Annibaldi, ed ho preferito riportarlo a casa anche perchè a quell'ora per tornare a Velletri abbiamo impiegato due ore .  Mi piacerebbe avere notizie dei vincitori,  e dello svolgimento della manifestazione, intanto mi complimento per quello che ho avuto modo di vedere e sono pronta a partecipare al prossimo concorso  sperando in un esito meno complicato. 
Grazie per l'attenzione e scusate il disturbo. R.C

• [Lettera_4]
Caro Pino,
innanzitutto complimenti e congratulazioni per la più che ottima, anche se non è italiano!, conduzione del pomeriggio, che credo ti abbia dato molte soddisfazioni per l'attenta ed intensa partecipazione del pubblico e per la qualità degli interventi dei giurati e relatori.
Credo sia andato tutto secondo le vostre previsioni. Non immaginavo una tale partecipazione di pubblico! Nel mio piccolissimo sono contenta di aver divulgato e promosso la partecipazione di molti. E sono contenta di averti fatto conoscere la poetessa Nicoletta Oddo che con entusiasmo  ha partecipato ai lavori della Giuria.
Scusa la fretta, ma ci tenevo a dirti tutto il mio apprezzamento per il lavoro che hai fatto insieme agli amici dell’Associazione Alberoandronico. Ieri in Campidoglio eri proprio in forma!
Due domande: coloro che hanno partecipato al precedente concorso possono partecipare anche alla seconda edizione, con altri lavori naturalmente? Tutti i partecipanti devono mandare la liberatoria firmata per la pubblicazione dell’Antologia, o soltanto gli Autori selzionati?
Buona  domenica...e buon lavoro per il prossimo concorso! Cristina Buschi
• [Lettera_5]
Gentile Presidente Acquafredda,
Le scrivo per ringraziare Lei e l'Associazione AlberoAndronico di avermi invitato a prendere parte alla Premiazione dell'8 Febbraio: il viaggio da Torino valeva davvero la pena di essere intrapreso! Mi dispiace solo di non essermi potuta trattenere fino alla fine della Cerimonia. E' stato emozionante ricevere la targa (oltretutto bella!) dalle mani di una "vera" poetessa (spero sia di buon auspicio...), ed interessante ascoltare il breve discorso che alcuni componenti della giuria hanno pronunciato prima della consegna dei premi per ogni sezione in concorso. Mi piacerebbe solo poter leggere le motivazioni espresse per la scelta dei vincitori: quando mi sono state comunicate, lì, davanti a tutti, in preda all'emozione e alla confusione del momento, non ho afferrato e memorizzato, come avrei voluto, ogni parola. 
Grazie. Cordiali Saluti. Silvia Rosa

• [Lettera_6]
Gentil.ma Direzione Premio AlberoAndronico, mai come oggi, forse, i premi letterari assumono un ruolo di sregolato, spesso anarchico recepimento di un'istanza di scrittura diffusissima, ubiquitaria; come se uno scippo sotterraneo di "identità", nell'indifferenziazione montante dei tempi, anelasse a una ricomposizione, una qualifica di "autorialità" a oltranza. Così, esistono premi quasi fatti in serie, che moltiplicano una promessa non sempre referenziata, talvolta quasi selvaggia, di dispensare una sorta di patente aggiuntiva ad hoc; "scribo ergo sum", col "sum" a far la parte del leone onnivoro. Altri, più rari, che si propongono con onestà di setacciare l'onda montante delle nuove scritture, inserendovi ad arte polarità attrattive, snodi virtuosi per indirizzare il traffico. Il premio Alberoandronico fa parte di questa cerchia più ristretta; l'avervi partecipato lascia infatti il sapore di un virtuoso ricircolo di energie. Per quel che mi riguarda, la "silloge" inviata per la sezione B ha preso corpo proprio finalizzando struttura e assemblaggio dei testi a misura dell'oggetto letterario richiesto; occasionando così un lavoro ulteriore di selezione, di limatura aggiuntiva, in ragione della qualità particolare del vostro input. Qualità che nella cerimonia di premiazione ha assunto la dimensione di un'autentica "festa" della poesia; il che non è dato di vedere così spesso. E di cui ancora voglio ringraziarvi.Roberto Ranieri.

• [Lettera_7]
All'Attenzione di Pino Acquafredda.
Gentile Pino, le scrivo, anche a nome di mia moglie, che mi ha accompagnato venerdì scorso, per complimentarmi con lei e con tutta l'Associazione per l'impeccabile organizzazione della cerimonia di consegna dei premi. E' stato un vero piacere trascorrere qualche ora insieme, parlando con semplicità di arte e letteratura. La grande attenzione mostrata dall'Associazione nei confronti del territorio in cui opera, con un premio speciale agli autori del XIX Municipio, mi spinge a lanciare una proposta, che voi, più esperti di me, saprete valutare nel modo più opportuno. Si potrebbe organizzare (nei locali dell'Associazione e invitando librerie della zona?) una presentazione delle opere in concorso scritte dai suddetti autori, come momento di aggregazione di quartiere e di analisi del legame fra letteratura e territorio. Servirebbe a far conoscere meglio gli autori, le librerie e, perchè no, anche l'Associazione. E' solo un'idea, ma mi sembrava giusto condividerla con voi.
I miei più cordiali saluti, Alessandro Annulli.

• [Lettera_8]
Egregi signori, vorrei porgerVi le mie piu' vive congratulazioni per il successo ricevuto dalla manifestazione di premiazione, per il consenso ricevuto dal pubblico e per il vostro grandioso spirito di iniziativa. Avendo preso parte al concorso ma non avendo potuto partecipare personalmente alla cerimonia,con mio sommo rammarico devo dire, vorrei chiedere ora  se fosse possibile,e come,  venire a conoscenza delle opere vincitrici e magari sapere come si puo' ricevere una copia dell'antologia.
In attesa di un gentile riscontro, cordiali saluti. Maria Schiano.

• [Lettera_9]
All'Associazione ALBEROANDRONICO
Un caro amico, come augurio per il nuovo anno, poco tempo fa mi ha scritto "per aspera ad astra". È bello iniziare a sentire il calore di quelle stelle. Per il 2008 sto realizzando due grandi desideri. Poter vivere il sogno di ricevere un premio che arriva dalla capitale. Ringrazio con tutto il cuore la vostra Associazione che mi sta permettendo d´essere così orgogliosa di me stessa. La mia opera è stata tradotta in spagnolo per raggiungere la Colombia. Il mio secondo desiderio è quello di poter riportare a casa Elisenia ... da sua madre. Ringrazio per questo secondo regalo Stella Spinelli, giornalista di PeaceReporter. Elisenia aveva 15 anni quando il 26 dicembre 2005, alle sei del mattino, una bomba annullò il suo futuro e quello di altri cinque angeli. Attraverso la mia opera vorrei ricordarla. Vorrei ricordare una realtà fatta di minacce, torture e omicidi vissuta ogni giorno dagli abitanti di San José de Apartadó, comunità di pace dal 1997. Ancora grazie a chi oggi mi sta aiutando a realizzare questi desideri. Mariacarmela Ribecco.

• [Lettera_10]
Buongiorno,
ho letto con piacere sul sito del grande successo della cerimonia di premiazione; mi è davvero spiaciuto non riuscire ad essere presente, ma la lontananza (Milano) ed impegni lavorativi hanno impedito la mia partecipazione nonchè il ritiro del diploma di merito. Mi piacerebbe tanto poterlo ricevere comunque via posta, ve ne sarei molto grata! Aspetto inoltre con ansia la pubblicazione dell'Antologia, sono curiosa di leggere tutte le opere selezionate!
Con i migliori saluti. D.S.

• [Lettera_11]
Spett.le Associazione Alberoandronico,
vi scrivo per sapere se vi sono giunte la liberatoria firmata e la ricevuta del pagamento per l'antologia, spedite già all'inizio della settimana scorsa. Vorrei, inoltre, farvi i complimenti per il lavoro svolto e l'organizzazione della premiazione dello scorso venerdì. Io ho partecipato alla sezione di poesia e ho apprezzato molto le poesie vincitrici che sono state lette quel giorno.
Grazie per l'attenzione.Cordiali saluti. Chiara Bon.

• [Lettera_12]
Gentile Presidente,
con la presente le allego inoltre la ricevuta del bollettino postale relativo all'acquisto di tre copie dell'Antologia che verra' realizzata da Terre Sommerse editrice. Colgo l'occasione, inoltre, per porgere i miei complimenti a tutti i membri dell'Associazione per la professionalità dimostrata nell'organizzazione del concorso e nella relativa Cerimonia di premiazione. Nell'attesa di ricevere ulteriori informazioni relative alla pubblicazione dell'Antologia (come la data di pubblicazione, i punti di distribuzione e il giorno di presentazione), le invio cordiali saluti.
Claudio Scarpanti. 

• [Lettera_13]
Gentile PresidenteAcquafredda,
durante la nostra conversazione telefonica mi chiese di inviarle la liberatoria e una breve presentazione. Unitamente invio anche la ricevuta per l'acquisto dell'Antologia. E' stato grande il dispiacere di non poter essere stata presente il giorno della premiazione (bambina con la gamba rotta) - mio marito, che invece e' potuto venire, ne e' rimasto entusiasta!- e dunque soltanto ora, la ringrazio della targa e dell'attestato...e tanta e' stata la sua gentilezza che, qui e adesso, le prometto di partecipare anche all'edizione del 2008.
Cari saluti. Gaia Ortino Moreschini.

• [Lettera_14]
Complimenti a tutti, in particolare al dott. Acquafredda, per la riuscita della manifestazione. Ho letto anche il resoconto sul blog di Grieco il quale manifesta signorilmente qualche perplessità per il grande numero dei premiati. Condivido in parte la valutazione ma ogni giudizio va accantonato per lasciare spazio al plauso per l'egregio, difficilissimo lavoro svolto dai giurati e dagli organizzatori. Grazie di cuore. Gradirei un'indicazione sul come ottenere un ricordo della serata (almeno qualche foto che ritragga la mia preziosa effigie).
Ancora grazie. Giorgio Secci.

 

_____ (file PDF 700Kb)

 
Pros. >